Archivi categoria: Informatica

No, a questo proprio non ci sto

Sembra che da ieri il sito thepiratebay.org NON sia più accessibile dall’Italia per motivi ancora da chiarire ma potrebbe essere stato un intervento della magistratura italiana

Cosa è The Pirate Bay? The Pirate Bay è un tracker BitTorrent cioè un sito dove è possibile prendere un piccolo file con estensione .torrent e ‘darlo in pasto’ ad un programma che supporti il protocollo BitTorrent (ne esistono svariati), protocollo concepito per lo scambio di dati tra pc via internet.

In pratica un tracker BitTorrent non distribuisce file (video o musica o programmi o qualunque altro file, anche protetti da copy right) nè detiene i suddetti file sui suoi server, ma ‘coordina’ lo scambio di dati tra pc sparsi per il pianeta.

Bene: dopo che settimana scorsa è stato chiuso il maggior tracker italiano, Colombo-bt.org, da oggi The Pirate Bay (che è ormai il più grosso tracker BitTorrent mondiale) non è raggiungibile dall’Italia

Ora, chi mi conosce sa che prima che io parli di repressione e censura, mezza nazione deve essere finita in un campo di rieducazione, ma questa mi pare proprio censura (peraltro su una cosa che la maggior parte del pianeta ritiene futile e che quindi passerà pure sotto silenzio).

Oltre al fatto che altri tentavi simili sono stati ritenuti illegali in Europa (in pratica in questo momento in Europa ci sono navigatori di fascia A e di fascia B), ci sono un paio di modi per aggirare il problema: usare labaia.org che porta a The Pirate Bay o modificare i vostri DNS (come ho fatto ormai anni fa) usando OpenDns

Con OpenDns potrete usare un DNS londinese che oltre ad essere veloce e stabile (a differenza di quelli italiani) vi avvisa se state andando su un sito contenente virus o altro di indesiderato.

Inoltre aggira il blocco di The Pirate Bay così come tutti quei casino online che in Italia non sono accessibili in quanto non pagano un salato ‘pizzo’ al fisco italiano

Per concludere: The Pirate Bay è bloccato anche in Cina e non credo che lo sia per violazioni di copyright…

safari!

sto usando Safari (il browser di Apple, alternativo a Internet Explorer, Opera e Firefox): veloce, carino ed efficace (fomenta la mia voglia di macbook…)

sta usando oltre 300mega di memoria: trecento mega per un browser?!? ma voi siete pazzi…

Troppo Jackson per tutti

Greasemonkey è una estensione (per i profani ‘un’aggiunta’) per Mozilla Firefox (il miglior programma del mondo per navigare su internet) che permette di modificare alcuni siti web

Userscripts.org è il sito dove vengono raccolte tutte le modifiche che Greasemonkey può apportare ai siti (ad esempio potete eliminare tutta la pubblicità da Google o da altri siti)

perchè vi sto dicendo tutto questo? trovo curioso che al terzo posto degli script più popolari troviamo

Michael Jackson Related Reuters Stories Remover

in pratica uno script che l’utente deve attivare perchè non gli vengano mostrate storie su Jackson durante la navigazione!

ps. clicca qui per Greasemonkey compatibile con Firefox 1.5

Galleria grande, treno piccolo

Ma che avete capito!

In questo momento la mia connessione internet dovrebbe andare a 4 megabit (la galleria), mentre ho seri problemi anche solo a caricare le pagine più semplici del pianeta (treno).

Grazie di nulla a chiunque mi dia questo pessimo servizio (sarà colpa di Wind o di Telecom? probabilmente di entrambi)

Una promessa

Una sola e semplice promessa: io consacro tutta la mia vita ad eliminare la carta dal pianeta.

L’epurazione inizierà dalle stampanti: possibile che per stampare 4 cazzate l’anno, uno debba spendere cifre folli e se prova a prendere le ricaricabili spruzza tutto il computer (e la propria faccia…) di inchiostro e poi alla fine del tutto non funziona un cazzo di nulla proprio quando si avrebbe bisogno di stampare?

Se qualcuno ha la più pallida idea di come stampare col solo nero con una Epson Stylus C44 Plus che però ha i serbatoi del colore vuoti, mi faccia sapere